Che cosa sono

Che cosa sono le Cure Domiciliari

Il SSN garantisce alle persone non autosufficienti e in condizioni di fragilità le cure presso il proprio domicilio

 

Le Cure Domiciliari sono l'insieme delle prestazioni sanitarie erogate direttamente presso la casa del paziente, non vogliono essere alternative al ricovero in ospedale, quanto piuttosto completarlo.
Il principio ispiratore è che il malato sta meglio a casa propria, circondato dall'affetto dei suoi cari e dalle sue cose.

Il Servizio Sanitario Nazionale garantisce alle persone non autosufficienti e in condizioni di fragilità, con patologie in atto o esiti delle stesse, percorsi assistenziali nel proprio domicilio denominati Cure Domiciliari consistenti in un insieme organizzato di trattamenti medici, infermieristici e riabilitativi, necessari per stabilizzare il quadro clinico, limitare il declino funzionale e migliorare la qualità della vita.
Le cure domiciliari si integrano con le prestazioni di assistenza sociale e di supporto alla famiglia, generalmente erogate dal Comune di residenza della persona.
Il bisogno clinico-assistenziale viene accertato tramite idonei strumenti di valutazione multiprofessionale e multidimensionale che consentono la presa in carico globale della persona e la definizione di un Progetto di Assistenza Individuale (PAI) sociosanitario integrato.
L’assistenza domiciliare è, dunque, un servizio compreso nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) in grado di garantire una adeguata continuità di risposta sul territorio ai bisogni di salute, anche complessi, delle persone non autosufficienti, anche anziane, e dei disabili ai fini della gestione della cronicità e della prevenzione della disabilità.
Le cure domiciliari sono erogate con modalità diverse, in base all’organizzazione dei servizi territoriali della ASL; tuttavia, sono generalmente gestite e coordinate direttamente dal Distretto Socio Sanitario (DSS) delle AA.SS.LL, in collaborazione con i Comuni.
Per le prestazioni sociali il cittadino deve fare riferimento al Comune di residenza. In relazione al bisogno di salute dell’assistito ed al livello di intensità, complessità e durata dell’intervento assistenziale, si distinguono alcune tipologie di cure domiciliari: Assistenza Domiciliare Programmata (ADP) Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) e Ospedalizzazione domiciliare.

Cure domiciliari: una soluzione efficace per la cura a lungo termine delle condizioni di cronicità, ma ancora poco diffusa e incentivata in Italia

Gli obiettivi principali delle cure domiciliari sono:
a) l’assistenza a persone con patologie trattabili a domicilio al fine di evitare il ricorso inappropriato al ricovero in ospedale o ad altra struttura residenziale;
b) la continuità assistenziale per i dimessi dalle strutture sanitarie con necessità di prosecuzione delle cure;
c) il supporto alla famiglia;
d) il recupero delle capacità residue di autonomia e di relazione;
e) il miglioramento della qualità della vita anche nella fase terminale.